Archivi tag: Barbie girl

Oh My God! Non ne posso già più della primavera!

Standard
OMG

Quando la voglia di primavera è nell’aria, ce ne accorgiamo dal Vitasnella nel frigo, dal Fitness cereali nel carrello della spesa e dall’ennesima dieta “di successo” delle celebrities di Hollywood che imperversa nelle librerie e sul web.

L’ultima trovata è la dieta OMG del dott. (?) Venice A. Fulton che promette di rimetterci in forma in fretta e senza rischi (?) eliminando la frutta e anche alcune verdure come i broccoli, aumentando la quantità di caffeina nell’arco della nostra giornata, facendoci bere una lattina di Coca invece di una spremuta e facendoci saltare  a piè pari la colazione.

Con il suo metodo “nuovo, unico e originale, controintuitivo (?) e rivoluzionario”, come ci avverte la casa editrice, non solo ci farà ammirare da tutti per la nostra splendida linea guadagnata in poco più di un mese, ma soprattutto “farà crepare d’invidia le altre”. E quest’ultimo stimolo, ovviamente, sembra essere il più convincente.

Sarò la solita paranoica, ma mi sembra che di “rivoluzionario” non ci sia proprio niente: per l’ennesima volta non conta il sentirsi bene con se stesse, conta l’essere invidiate; non conta essere nel proprio peso forma, conta solo essere più magra di tutte le altre (anche se questo significa ridursi orrendamente pelle e ossa?); non contano i rapporti veri e sinceri con le persone, conta solo avere un pubblico di donne ammiranti/invidiose.

Se seguirete questa dieta, vi assicuro che l’unica cosa davvero rivoluzionata sarà il conto in banca del sig. Fulton e di chi lo pubblica!

Pose

Standard
Click

Perché quell’espressione sempre uguale a se stessa? quella faccia volutamente impassibile, il volto duro, lo sguardo vuoto, perso,  la mascella rigida, i muscoli contratti, il sorriso di parata, il collo teso…

Chi stiamo cercando di essere? Quale maschera indossiamo? Quale parte ci hanno affidato?

Di qualsiasi genere sia il set in cui ci troviamo, oggi ho una buona notizia per tutti: il fotografo s’e’ preso una pausa e nessuno è in agguato con il cellulare.

E allora: vai con le smorfie!

Sberleffi al mondo, boccacce all’universo e magari anche la linguaccia guardandoci allo specchio.

uh uh

Io, io, io, io e come salvare se stessi

Standard
Perfect Scenarios

Non ho dubbi: se stessi scrivendo un manuale di self-help, un intero capitolo sarebbe dedicato a quella che chiamo BBS (Barbie Box Syndrome).

C’è la Barbie nuotatrice, la Barbie tennista, la Barbie cavallerizza, la Barbie giornalista televisiva, la Barbie pianista, la Barbie modella, la Barbie fashionista, persino la Barbie architetto… Ognuna nella sua scintillante confezione rosa fucsia completa di tutti gli accessori che le servono per essere ciò che dichiara di essere.

Ecco, questo è un momento della mia vita in cui, dopo aver tanto cercato la scatola giusta per me, ho deciso che voglio essere solo Emanuela. Emanuela e basta, senza accessori, senza uno scopo dichiarato sulla confezione e, soprattutto, senza una confezione!